In primo piano

CleanBnB apre all’aumento di capitale per potenziare la crescita e accelerare la ripresa

Written by Domenico Palladino

Il mese di giugno ha confermato le previsioni di una ripartenza a ritmi velocissimi delle prenotazioni di appartamenti e case vacanza che sono sempre più scelte dai turisti e secondo il CEO di Airbnb, Brian Chesky, “per soddisfare la domanda dei prossimi anni, avremo bisogno di milioni di alloggi in più”. Non solo. E’una domanda che risponde immediatamente all’allentamento delle restrizioni ai viaggi e agli spostamenti e che trova un’offerta che, rispetto per esempio a quella tradizionale alberghiera, può rispondere con maggiore velocità e flessibilità alle riaperture oltre a essere fortemente capillare, poiché può raggiungere anche i posti più piccoli e più lontani dai circuiti tradizionali.

“Siamo in un momento unico di accelerazione di tutti i numeri del turismo, soprattutto di quello in appartamento, utilizziamolo per la ripartenza del settore, per accelerare la nostra crescita e recuperare il tempo perduto” commenta Francesco Zorgno, Presidente e AD di CleanBnB, il più diffuso operatore nazionale nella gestione di appartamenti e case vacanza, in tutta Italia, nato nel 2015. Una storia importante passata per due round di equity crowdfunding e la quotazione in borsa nel 2019 su Aim Italia [CBB.MI].

Oggi CleanBnB è una società ad azionariato diffuso che fa dei propri soci il proprio punto di forza e che ha creato un modello di business che si presta ad essere molto sostenibile dal punto di vista economico/finanziario oltre a essere particolarmente attenta alla sostenibilità ambientale come evidenziato nel primo Report di Sostenibilità che sarà pubblicato nei prossimi giorni, con cui CleanBnB intende fornire una rappresentazione degli impatti sociali, ambientali ed economici della Società e monitorarli per migliorare costantemente la propria azione.

CleanBnB, anche nel pieno della pandemia che ha di fatto bloccato gli spostamenti e il turismo, non si è mai fermata e ha continuato a crescere aprendo in nuove località (ad oggi oltre 60 in Italia) e al momento attuale, gestisce un portafoglio di oltre 1.000 immobili, più ampio di quello posseduto prima dell’emergenza ed è pronta a cavalcare l’onda del riavvio del 2021.

“I numeri di giugno confermano il trend di ripresa e sono addirittura migliorativi rispetto a quelli del 2019 superando le previsioni. La finestra di prenotazione si è allargata a 2 mesi e ci dà un’ampia visibilità preannunciandoci un’estate con risultati brillanti seppure dominata dal turismo interno che continua a prevalere. Il procedere delle campagne vaccinali e gli eventi pianificati per l’autunno nel mercato italiano, auspicabilmente rafforzeranno ulteriormente il trend di crescita nel terzo e quarto trimestre del 2021, e per questo – aggiunge Zorgno – in una situazione irripetibile sotto molteplici aspetti, CleanBnB apre il capitale e chiama a raccolta i propri soci. Non dimentichiamo che lo scorso dicembre Airbnb è stata protagonista di uno dei debutti più attesi in borsa a Wall Street, guadagnando la fiducia degli investitori nel settore degli affitti brevi, anche in un periodo così difficile. Gli investitori hanno scommesso sulla ripresa del mercato e ciò ha rappresentato un banco di prova importante per tutto il settore del turismo”- conclude Zorgno.

In quest’ottica globale di forte rilancio del mercato e in questo nuovo contesto di mercato che presenta crescenti opportunità di crescita, anche di aggregazione, il Cda ha dunque ha deliberato un aumento di capitale sociale per un importo massimo di 2 milioni Euro mediante emissione di nuove azioni ordinarie, offerte in opzione ai soci attuali, e che terminerà il prossimo 16 luglio.

L’obiettivo è quello di accelerare la crescita e la ripresa degli affitti brevi, un settore che guarda a CleanBnB, unico property manager quotato in Borsa, come possibile polo di aggregazione, per renderlo sempre più professionalizzato e in grado di rispondere alle esigenze di rendimento e di qualità dei proprietari di immobili di tutta Italia.

Il ruolo degli affitti brevi, inoltre, è sempre più decisivo per una ripartenza del turismo che sia certamente in sicurezza ma anche in armonia con l’ambiente, la comunità e le culture locali, favorendone la crescita e lo sviluppo nel pieno rispetto delle città e delle località turistiche e in linea con i più recenti trend di mercato che sembrano confermare la preferenza verso luoghi non solo vicini ma anche poco affollati o a contatto con la natura e la ricerca di soluzioni più riservate dove il distanziamento sociale sia maggiormente garantito: “un viaggio diverso, fatto di località nuove e più disperse, soggiorni più lunghi e flessibili, con la bilancia delle preferenze che resta spostata dalle città d’arte alle aree rurali e costiere”.

Condividi?

    Warning: Trying to access array offset on value of type bool in /var/home/digitalmarketing/public_html/wp-content/themes/voice/core/helpers.php on line 2595

About the author

Domenico Palladino

Domenico Palladino è giornalista economico specializzato nel turismo e consulente di digital marketing. Ha scritto per Hoepli "Digital Marketing Extra Alberghiero"

Leave a Comment